Il grande Cinema Italiano degli anni che furono

Stasera ho visto "Così parlò Bellavista", un meraviglioso film di De Crescenzo che qualche tempo fa mi consigliò l'amica Marina.
Il film é una diapositiva della Napoli degli anni '80, ma soprattutto dei Napoletani, della loro simpatia, della loro filosofia di vita, dei loro grandi pregi, della dignità con cui affrontano i drammi che li affliggono. Per carità, é una commedia da ridere eh... mica un film impegnato. Ciò nonostante i film come questo dopo averli visti ti senti più ricco, come se ti lasciassero qualcosa per sempre.
Paradossalmente di essi Youtube é strapiena perché dal punto di vista commerciale sono praticamente inutili e nessuno si prende la briga di farli rimuovere.

Al contrario, reputo film nuovi come "The Martian" o "The Revenant" delle cagate megagalattiche. Non é il caso di questi due ma nella maggior parte degli altri non riesco nemmeno ad arrivare fino alla fine. Negli anni recenti Hollywood sta sfornando quasi esclusivamente tonnellate e tonnella merda. Risulta evidente che si gira solo ed esclusivamente per cercare di guadagnare dei gran soldi. Delle due l'una: o non c'è più niente da dire, o non c'é più nessuno che sia in grado di ascoltare. Non so cosa sia la causa di questo degrado, so solo che esso mi preoccupa più dei dell'economia o del global warming.

Tornando a noi, volete un altro capolavoro assoluto? Ve ne regalo due: Detenuto in attesa di GiudizioBello Onesto Emigrato Australia Sposerebbe Compaesana Illibata. Entrambi interpretati dall'Albertone Nazionale, entrambi dei primi anni settanta, entrambi legati all'emigrazione. Da rivedere assolutamente. Buona visione!

Tags: , ,