Posts Tagged ‘berlusconi’

Berlusconi ha vinto

sabato, gennaio 12th, 2013

L'apparizione televisiva di Berlusconi da Santoro non me la potevo perdere.

Mi aspettavo tanto, del resto la circostanza era irripetibile: dopo vent'anni di attesa Santoro e Travaglio si trovano per la prima volta - pergiunta a casa loro! - faccia a faccia col protagonista principale della loro carriera giornalistica nonché del declino della nazione. Un evento paragonabile all'intervista Nixon - Frost, una documento che sarebbe dovuto rimanere negli annali della storia della nazione e della comunicazione.

E invece, che delusione! La prima (e credo anche l'unica) occasione per inchiodare al muro dell'opinione pubblica Berlusconi sulle vere questioni che caratterizzano la sua storia politica e personale viene sprecata clamorosamente. Lo giuro sono scioccato.
Non ci sono ma e non ci sono se: Santoro é un dilettante. Comincia la serata con un pippone incompresibile sulla piazza di siviglia, la piazza rossa del cremlino e la piazza del paesino di casa sua. Sarebbe stato subito il caso di dirgli: Santoro ma che cazzo stai a dì? Hai Berlusconi in studio vuoi o non vuoi cominciare a scaldare l'ambiente...? Che cazzo c'entrano le piazze? Frustalo perdio!
Va beh... comincia il confronto. La prima domanda di Santoro é pressappoco: se una sua azienda fosse in Crisi lei in quanto proprietario metterebbe al comando un uomo che é già stato al vertice per otto anni su dieci e che oltretutto é anche ultra Settantenne? Risposta: "se si chiamasse Silvio Berlusconi, sicuramente si!" In pratica lo scontro inizia con Silvio che si alza e da uno schiaffone a mano aperta in faccia a Santoro. Ma con la botta che rimbomba per tutto il teatro: paaaa! Cominciamo bene... ho pensato.

Qualche battuta (irrilevante) e la palla passa subito alla Innocenzi. Ma stiamo scherzando? La ragazza é giovane ed anche promettente ma tu hai in studio Hannibal Lecter e cominci le danze mettendogli davanti un agnellino? Santoro ma che cazzo ti dice la testa? Poi lei gli fa la prima domandona e - ammesso e non concesso che la Innocenzi possa essere riuscita a metterlo un attimo in difficoltà - proprio nel momento in cui tutti attendono la risposta Santoro annuncia un intervento pubblicitario anticipato perché si sono interrotti i ponti e bisogna ripristinarli. Così nel frattempo quello ha il tempo di riorganizzare le idee, consultarsi coi suoi consulenti presenti in studio, di riprendere il controllo della sua ormai leggendaria facoltà di oratore. Ma poi, quali cazzo di ponti saranno mai serviti visto che gli ospiti sono tutti in studio? Che a la7 fanno i ponti coi baracchini??? Mistero.

Successivamente tirano fuori storie banali e ridicole, senza nessun peso. E che non lo sapevamo che Berlusconi se ne frega dei rapporti con gli altri capi di stato e le altre istituzioni? Capirai! Ma ***** ***, tra mille argomenti, mille fatti, mille cose clamorose tu vai a ripescare la storia della telefonata davanti alla Merkel, una stupidaggine di cui non frega un cazzo praticamente a nessuno? E' ovvio che lui ti risponde con una stronzata delle sue e ti azzittisce. Tra l'altro, lo sapevano anche i sassi che in quel momento parlava con Simona Ventura anziché col capo di stato Turco ma nessuno in studio lo ha detto! Insomma, Santoro e company hanno fatto un macello. Dovevano tirare schiaffoni ed invece li hanno solo presi.

A quel punto rimaneva solo una speranza. Pensavo: Travaglio non può sbagliare, é uno in gamba e sono vent'anni che aspetta questo momento. Vedrai che lo fa nero.
Ingenuamente ipotizzavo che vista la portata dell'evento egli avesse cambiato il suo format, che cioè si fosse prestato ad un confronto diretto simile a quelli riservati per i candidati alle presidenziali Americane: domande precise e serrate col solo obiettivo di far uscire allo scoperto tutto quel che di scomodo o scabroso sia mai successo nella carriera o vita dell'intervistato.
Ma quando mai! Vengono rispolverati i soliti monologhi che parlano di Berlusconi come se Berlusconi non fosse presente. Ma ce l'hai davanti! Prenditela con lui no? Che senso ha il monologo... boh. Tra l'altro il primo pezzo é talmente poco rilevante che non ricordo neanche esattamente l'argomento. Forse avrà parlato delle prostitute, forse dei soldi alle ragazze dei processi... roba trita e ritrita. Berlusconi tira fuori la storiella dei prestiti alle persone bisognose e fine... l'apparenza é salva. Nel secondo invece, decisamente più consistente se pur altrettanto inefficace,  elenca una lunga serie di allusioni che tutti conosciamo e che rimangono semplicemente tali: allusioni nei confronti delle quali Berlusconi ama definirsi vittima. Non una domanda, non un fatto da contestare, non un momento di imbarazzo davanti ai 10 milioni di persone che fiduciose aspettavano finalmente la resa dei conti.

Poi la ciliegina sulla torta, il colpo da maestro, il contropiede. Sto parlando di Berlusconi ovviamente, mica di Santoro che d'ora in poi é uffcialmente bollito!... Il cumenda sale in cattedra e tira fuori una serie di piccole condanne subite da Marco Travaglio durante la sua movimentata carriera di giornalista. Una cosa normale per chi fa giornalismo in Italia in certi ambienti, ma che detta da Berlusconi in quel momento ed in quel modo sembra grave, una facile scappatoia offerta ai telespettatori che hanno ancora bisogno di credere in Silvio e desiderano farlo a tutti i costi. Il messaggio che passa é di una semplicità disarmante: dimenticate quel che vi hanno detto da queste parti su di me perché per vent'anni sono stato calunniato da un diffamatore professionista. Comunicazione allo stato puro: indiretta, semplicissima, efficace. Santoro alle serali?!? Ma magari le avesse fatte le serali! Chapeax.

Non resta che trarre l'amara conclusione: Berlusconi ha vinto, e non mi riferisco solo dell'evento di giovedì sera. Berlusconi ha vinto punto e basta. Forse gli storiografi saranno in grado di giudicarlo a posteriori ma - in sua presenza - nessuno mai avrà potuto tenergli testa, nessuno mai sarà stato capace di contestargli efficacemente la grottesca realtà che egli da sempre rappresenta.

Sono indeciso

mercoledì, giugno 1st, 2011

Se faccio la croce su SI e sotto ci scrivo stampatello *** CANE! secondo voi la scheda è valida, nulla o vale per due voti?

G8: Esclusivo – la risposta di Obama a Berlusconi

giovedì, maggio 26th, 2011

Da fonti certe ho ottenuto la risposta che Obama avrebbe offerto a Silvio Berlusconi dopo che questo lo ha aggiornato sulle ultimissime della Repubblica delle Banane

Italia sotto tiro. Meno male che Silvio c’è!

venerdì, marzo 18th, 2011

 

...no perchè dopo che ci fai i bunga bunga, gli baci l'anello, gli prometti soldi ed infrastrutture, gli firmi un accordo di non belligeranza e poi lo bombardi uno magari si incazza pure e ti lancia contro tutto quello che ha.
Armi chimiche comprese...

Meno male che Silvio c'è!

Berlusconiano per antonomasia

giovedì, febbraio 24th, 2011

Un politologo di centro-destra spiega le ragioni per cui è giusto, anche per il premier, separare la sfera privata da quella pubblica.
Silvio non mollare, il tuo popolo è con te

Alla manifestazione femminile contro Berlusconi

lunedì, febbraio 14th, 2011

Oggi sono stato alla manifestazione contro la mignottocrazia organizzata da tre ricercatrici di New York.
Prima di organizzare la cosa mi avevano contattato per sapere se io mi ero già mosso ma essendo la cosa esclusivamente femminile ho preferito tirarmente fuori. Del resto, come sapete, io in questo senso ho già dato ampiamente.

La manifestazione è riuscita benissimo. Complice una calda ed insolita giornata di sole si sono presentate circa duecento persone. Massima disponibilità della polizia che ha transennato appositamente un lato della settima avenue tra la 42 e la 41 e messo a disposizione due agenti. Ironia della sorte, proprio davanti al ristorante "Ruby".

Come sempre tanti giovani e tantissimi cervelli in fuga. La crema della gioventù Italiana costretta ad espatriare e che dall'estero manifesta la sua indignazione nei confronti della classe politica indegna che li rappresenta.

Ad un certo punto arriva un signore sui sessant'anni con un manico di scopa al quale aveva appeso un paio di mutande con sopra scritto "Italia". Tutti lo hanno fotografato perchè l'idea sembrava una originale forma di contestazione al governo ed invece, con mio grande stupore, si scopre che quel signore voleva manifestare a favore di Berlusconi... non contro!
E' rimasto lì per un'oretta a farfugliare le solite filastrocche sulla Boccassini, sui giudici politicizzati, su Berlusconi sempre assolto in tutti i processi finora intentati contro di lui ed altre fesserie del genere. Molti protestavano circa la sua presenza e ovviamente con alcuni è andata a finire a parole... ma non con me! A me piace da morire il confronto civile in queste situazioni.

In conclusione, la mia riflessione è la seguente.

Berlusconi è ormai un vecchio che si addormenta continuamente. E' svenuto tre o quattro volte in pubblico ed è palesemente incapace di controllare certi suoi vizietti quantomeno rischiosi. Insomma sarà forte, intelligente, furbo e tutto quel che volete ma non è di sicuro immortale. Anzi ha già un piede nella fossa. Sono convito che 'o sistema si stia già preparando al periodo post-Berlusconi...

Sarà quello un periodo caratterizzato da decine di milioni di persone che sono figlie di questi anni. Saranno probabilmente cittadini seri, preparati, colti ma nonostante questo inclini a bersi e a ripetere come pappagalli le stronzate imposte dalla tv del capo. Gente pronta e disposta a credere a tutto, a difendere l'indifendibile, a rinnegare la propria intelligenza uniformandosi al pensiero unico che arriva dall'alto.
Se non fosse per il fatto che è ormai terzo mondo di una nazione del genere, in per cui per altro vengono coltivati su vasta scala germi ideologici che pensavamo aver sterminato mezzo secolo fa, ci sarebbe quasi da aver paura.

Rocco e Silvio: gli unici

martedì, febbraio 1st, 2011

Quasi certamente alle prossime elezioni Berlusconi vincerà e alla fine diverrà Capo dello Stato.
L'Italia è già F-I-N-I-T-A. Roma non è come il Cairo soltanto perchè il pueblo è anestetizzato dalle TV del capo del governo. Nel momento in cui l'anestesia svanirà ho paura che i nipoti dei contadini andranno in soffitta per togliere dai chiodi le ronche dei nonni... speriamo di no.
In questi giorni il pensiero di doverci eventualmente ritornare è un assillo dal quale difficilmente riesco a distogliermi. Un vero e proprio incubo.

Rocco Siffredi, con la sua geniale ironia, il suo accento Abruzzese e la sua impareggiabile abilità di comunicatore riesce ad affrontare l'argomento della nostra disfatta facendomi allo stesso tempo anche sorridere.

Come già vi avevo accennato, infatti, Rocco si è interessato al caso Berlusconi rivolgendogli un pubblico appello che si concludeva con un invito a fargli una telefonatina...
Ieri è uscito invece il secondo intervento che è titolato: "President, I told you so!" (Presidente te lo avevo detto!). Eccezionale, imperdibile. Eccovi il transcript:

"Che Cazzo, Silvio, porca troia... Presidente!... a me mi dispiace, di cuore, che ti trovi in questa mmmerda. Io te l'avevo detto però eh... ti avevo detto: non ti fidare, sò tutte delle suore! Ti ho detto vieni da me, chiamami cazzo!...
Vedi che roba abbiamo qui? Qui non è gente... non è quella che ti portano quei quattro coglioni... questa è roba seria, queste sono assatanate! Solo il Master (tu) puoi venire qua perchè questo è per chi ha talento, io e tu!
[poi rivolgendosi alle due pornostar le esorta ad invitare il Presidente sul set, e una di loro (straniera) erroneamente lo chiama "Silvia"]
No no no, no Silvia! oh oh oh... noi abbiamo un Presidente coi coglioni: Sil-vio! Lei è Russa, lei è Ungherese, quindi in Russo... a me mi chiamano Rocca, ma noi c'abbiamo il pattocchio! Silvio io e te siamo gli unici quindi mi raccomando stavolta non mi deludere, chiamami, fammi una telefonata... qui non paghi mai, perchè qui conta il talento. Perchè io e te siamo gli unici, gli unici! E mi devi credere adesso ho da fare, come te, quello che ci piace di più, LA FIGA!"

Cosa ne pensano all’estero di Berlusconi? La risposta è su google

martedì, gennaio 25th, 2011

Ecco il consueto aggiornamento sui google trend Berlusconiani.
Andate su google in Inglese e provate anche voi! Poi magari per fare il confronto cercate anche Obama o Merkel...

altro che Tarantini

lunedì, novembre 15th, 2010

In un interessante ed originale parallelismo tra le feste in Sardegna ed "Orge Romane" (uno dei suoi film) Rocco si cimenta in una analisi delle perversioni del potere. Secondo il suo punto di vista, Berlusconi lo avrebbe addirittura superato: chi mai riuscirebbe a riunire due ministre, un paio di veline, due o tre mogli di calciatori, donne dello spettacolo e delle escort di basso profilo in una sfrenata situazione orgiastica? Rocco queste cose le ha vissute solo nei film mentre Berlusconi (a suo dire) ci sarebbe riuscito anche nella realtà! Il bellissimo intervento si conclucde con una beffarda offerta di aiuto: "credo di poterlo aiutare, che facesse una telefonatina a Rocco!

Caso Ruby: ecco il forum censurato dai giovani padani

lunedì, novembre 8th, 2010
Parte del Banner dell'ormai chiuso Forum dei Giovani Padani. Clicca per vederlo su GoogleParte del Banner dell'ormai chiuso Forum dei Giovani Padani. Clicca per vederlo su Google

Padania Libera? Mica tanto!...

Dopo aver inutilmente cercato di rimuovere da Internet la a dir poco imbarazzante inchiesta del quotidiano "La Padania" sulle presunte origini mafiose delle fortune del Presidente del Consiglio, come ci segnala "La Repubblica", ecco un altro tentativo (effettuato questa volta dai giovani padani) di arginare nel proprio forum le scomode esternazioni sul caso Ruby dei propri frequentatori.

Anche stavolta mi sono messo a cercare ed in poco più di cinque minuti è saltata fuori una copia del thread che noi non dovevamo vedere: ve lo ripropongo tramite google cache, ma anche in uno zip da scaricare per quando questa dovesse scadere.
I commenti parlano da soli ed i giovani padani sembrano avere le idee molto chiare: il post sul loro forum, aperto da "Juv" (che sembra essere un coordinatore giovanile regionale e che vanta all'attivo ben 6862 contributi) comincia infatti così:

Juv:
LA cosa che per adesso mi pare grave
, a parte l'età dell'interessata, è che Berlsuconi si sia interessato personalmente a farla liberare dopo che era stata arrestata.

"Latinum" (2030 post precedenti) rincara la dose:

Latinum:
Sinistra o non sinistra, destra o non destra, in un Paese normale, anche se non fosse vero che ha fatto certe cose, il premier si sarebbe già dimesso.

"Danige", (2034 interventi) precisa:

Danige:
[...] negli USA per una "piccolezza" come la vicenda Lewinsky il presidente Clinton ha subito l'mpeachment da parte del congresso con voto sostanzialmente bipartisan di repubblicani e democratici. Ve lo immaginate in Italia una parte del PDL che fa altrettanto per tutto il puttanume che entra ed esce regolarmente da palazzo Grazioli? fantascienza

La ciliegina sulla torta la mette lo stesso Juv, che fa una analisi più squisitamente politica del caso Ruby:

Juv:
[...] Già solo per fare un esempio, una cattolica praticante come mia madre si è rotta i coglioni di Berlusconi.
Il problema va analizzato nel suo quadro d'insieme: c'è una pesante crisi economica da cui non si vedono grossi sbocchi, un sacco di gente a casa, tagli al welfare, riforme come quella della giustizia o quella fiscale che sono continuamente annunciate ma mai compiute, i rifiuti di napoli e quant'altro, e che immagine da il governo alla gente? Silvio se la gode.

Visto il materiale credo che siano da rimandare al mittente le giustificazioni secondo cui ad inserire questi commenti siano stati commentatori "anonimi" o infiltrati. Credo invece che nel caso specifico si sia trattato di utenti ben noti e con un pregresso impressionante di attività su quello stesso forum. Se fossero stati veramente dei disturbatori, come mai questi non sarebbero stati bloccati dopo addirittura tremila o seimila messaggi? E' lecito quindi pensare che si trattasse non solo di semplici leghisti ma anche di figure di rilievo della gioventù padana. Scomodi interpreti di un malcontento che evidentemente si sta espandendo tra le fila del carroccio e che deve essere arrestato sul nascere, prima che sia troppo tardi.

Buona lettura